22 giugno 2021

Anche a Tirrenia verrà installata una passerella per consentire alle persone disabili di entrare in acqua

Spiaggia libera numero 2 di Tirrenia, frazione del Comune di Pisa, verrà installata una passerella che facilita l’accesso all’acqua delle persone con disabilità motoria. Lo ha disposto la Giunta comunale con un proprio atto d’indirizzo. Il dispositivo si chiama Sea Track Tobea e si compone di due binari sui quali scorre un’apposita sedia progettata per trasportare una persona disabile dalla spiaggia fin dentro l’acqua. La sedia può essere gestita direttamente dalla persona con disabilità attraverso un telecomando.

La Giunta del Comune di Pisa ha disposto con un proprio atto d’indirizzo l’installazione di una passerella che facilita l’accesso all’acqua delle persone con disabilità motoria nella Spiaggia libera numero 2 di via Litoranea, a Tirrenia (frazione del Comune di Pisa). Il Comune è infatti concessionario della spiaggia attualmente gestita dalla Pubblica Assistenza. Il dispositivo si chiama Sea Track Tobea ed è già stato utilizzato in sole altre due località italiane. La passerella si compone di due binari sui quali scorre un’apposita sedia progettata per trasportare una persona disabile dalla spiaggia fin dentro l’acqua. La sedia può essere gestita direttamente dalla persona con disabilità attraverso un telecomando. La passerella è alimentata a energia solare. Nella parte della passerella situata sulla spiaggia è presente una pensilina dotata di una doccia alimentata da acqua dolce e di illuminazione.

La testata «Pisa Today» ha pubblicato alcune dichiarazioni degli amministratori coinvolti.

«L’amministrazione comunale – ha dichiarato Raffaella Bonsangue, vicesindaco con delega al patrimonio – ha da sempre avuto particolare attenzione ai problemi connessi alla disabilità, adottando molteplici provvedimenti che contribuiscono alla loro risoluzione. Anche questa decisione della Giunta si inserisce nella medesima cornice con l’obiettivo di garantire la fruibilità delle spiagge a tutti rimuovendo gli ostacoli. Il quadro si completa progressivamente e con la collaborazione di tutti giungeremo a completare l’immagine di una comunità coesa e solidale».

Anche Sandra Munno, assessora alla Disabilità, ha espresso il suo apprezzamento per l’iniziativa: «La progettazione dello scivolo è un’idea geniale e la messa in opera è una vera conquista per tutti noi: rappresenta quella rivoluzione della cultura della disabilità a cui stiamo lavorando senza sosta ponendo attenzione a tutte le esigenze possibili per rendere la vita di chi vive la disabilità meno complessa».

Né poteva mancare l’intervento dell’assessore ai Lavori Pubblici, Raffaele Latrofa: «È una grande soddisfazione aver contribuito a portare avanti questo progetto perché si tratta della terza esperienza di questo tipo in Italia. La nostra amministrazione sta riservando una grande attenzione alla disabilità e lo sta traducendo in fatti concreti. Questo nuovo scivolo permetterà alle persone con disabilità di raggiungere il mare in sicurezza, con una gestione protetta e organizzata, abbattendo non solo le barriere architettoniche, ma anche tanti ostacoli mentali che limitano spesso la possibilità di vivere alcune esperienze alle persone disabili».

Infine è intervenuto anche Alessandro Bargagna, consigliere comunale e promotore dell’iniziativa: «La mia proposta ‘mare senza barriere’ sarà realtà. Come consigliere proponente sono entusiasta di questo ultimo passaggio in Giunta che ne detta le linee per la realizzazione. Il turismo sta sempre più assumendo una valenza di bisogno sociale. È un nostro dovere dare a tutti la possibilità di accesso a questo patrimonio. Con questo importante strumento anche le persone disabili potranno fare il bagno in completa autonomia. Pisa sarà la prima città toscana a dotarsi di questa speciale passerella automatica». (S.L.)

Fonte: Informare un’H

Article ID: # 1893211
Ultimo aggiornamento: 31.01.2022
Condividi