19 maggio 2016

Eliminate le barriere architettoniche. Le stazioni sono accessibili a tutti

Togliendo le barriere architettoniche dalle stazioni si vince un premio. E' successo alcuni giorni fa, quando è stato consegnato il premio Lunigiana senza Barriere 2015, riconoscimento ideato dall'Associazione paraplegici della provincia di Massa Carrara, presieduta da Giacomo Perfigli, che si è impegnato, negli anni, in attività volte all'eliminazione delle barriere architettoniche.

Quest'anno il premio è stato consegnato a Vincenzo Pantaleone, responsabile stazioni Rfi per la Toscana e ad Angela Dondoli del settore trasporti della Regione Toscana, per la loro attiva azione nel promuovere diversi lavori, lungo le stazioni principali della linea Aulla - Lucca, facendo in modo che la linea diventasse accessibile anche a chi ha problemi di disabilità.

«Con gli interventi già apportati lo scorso anno - racconta Perfigli -, diverse stazioni sono state rese accessibili, per permettere alla pedana mobile del nuovo treno swing di essere estratta e quindi di utilizzata dai disabili. Gli interventi precedenti lungo la linea sono stati svolti nella stazione di Gragnola, con la realizzazione di un marciapiede apposito, a Monzone con scivolo e nuove porte della sala d'attesa.

La Garfagnana non è da meno, a Castelnuovo Garfagnana sono state sistemate nuove porte per la sala d'attesa, a Villetta San Romano è stato realizzato un marciapiedi, a Borgo Mozzano una sala d'attesa accessibile e un marciapiedi, a Bagni di Lucca una sala d'attesa, a Ghivizzano un marciapiedi, a Piazza Serchio scivolo e sala d'attesa, a Poggio e Camporgiano un marciapiedi».

In più è stata creata una guida di tutte le stazioni della linea consultabile sul sito e sui siti di alcuni comuni interessati dalla linea come Aulla, Fivizzano, Piazza Serchio, Borgo Mozzano, Lucca. Alcuni comuni hanno provveduto a realizzare, vicino alla stazione, un parcheggio riservato ai disabili e in estate, durante il periodo di chiusura della linea per lavori, verranno svolti ulteriori lavori per l'accessibilità presso la stazione di Soliera e Equi Terme.

«Il lavoro è stato grande - chiude Perfigli - ma ne è valsa la pena. Abbiamo reso quasi tutta la linea accessibile ai disabili, grazie anche all'utilizzo del nuovo treno swing; la collaborazione tra associazione e gestore della tratta ha permesso di fare di questa linea un esempio a livello nazionale in tematica di accessibilità.

Oltre a ringraziare i premiati per il loro costante impegno, voglio ringraziare anche i tecnici che hanno partecipato ai sopralluoghi e i comuni che hanno realizzato le opere accessorie».

Fonte: La Nazione

Article ID: # 297648
Ultimo aggiornamento: 31.01.2022
Condividi