04 novembre 2015

Facciamoci Vedere

Facciamoci vedere: una mostra racconta 95 anni di Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti

CHIANCIANO TERME. “Facciamoci vedere: dall’intuizione all’inclusione” è il titolo della mostra allestita a Chianciano Terme per raccontare il viaggio associativo che ha portato l’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti al compimento dei 95 anni dalla sua fondazione. Come simbolo dell’iniziativa è stata scelta l’iconografia di Apollo e Dafne, che implicitamente ricorda il mondo che si può sfiorare, esplorare e infine amare.

Sarà possibile vedere l’evoluzione delle tecnologie utilizzate quotidianamente dai disabili visivi. Il percorso parte raccontando l’intuizione del fondatore dell’Unione, Aurelio Nicolodi, che nel 1920 diede vita al sogno rivoluzionario di “emancipare tutti i ciechi d’Italia”, fino ad arrivare ai giorni nostri e al quotidiano cammino verso l’inclusione.

Grazie alla ‘ricerca e sviluppo’ e alle attività di ‘informazione e di tutela’, tenendo sempre ben presente l’obiettivo di creare “un mondo di tutti, senza barriere, che sappia rispettare, ascoltare, includere e valorizzare tutti i ciechi e gli ipovedenti”, l’Unione mette in mostra le migliori idee, le iniziative attivate sui territori e le esperienze progettuali più efficaci, che dovranno diventare bene comune e patrimonio condiviso.

Per il presidente nazionale dell’Unione, Mario Barbuto, “Facciamoci vedere è un invito ad aprirsi alla società, grazie alla condivisione delle buone pratiche e alla diffusione delle conoscenze. Voglio ringraziare il Sindaco di Chianciano Terme, Andrea Marchetti, che ha sostenuto il progetto e ne ha agevolato l’organizzazione”.

La mostra che ha ottenuto il patrocinio della Regione Toscana e del Comune di Chianciano Terme, sarà allestita a Villa Simoneschi, antico edificio padronale situato nelle immediate vicinanze del centro storico di Chianciano Terme. A 300 metri dalla Villa sarà inoltre predisposto lo spazio per il funzionamento del Bar al buio della Cooperativa IRIFOR del Trentino e del Polo tattile itinerante della Stamperia regionale Braille.

La mostra sarà aperta al pubblico nei giorni 6 e 7 novembre con i seguenti orari: 9.00-13.00 e 16.00-19.00.
La cittadinanza è inviata a partecipare.

Fonte: Il Cittadino Online

Article ID: # 191030
Ultimo aggiornamento: 31.01.2022
Condividi